BLOG - L'importanza di un modello di risk management

L’ obiettivo di Wlademir Biasia (leggi chi è), strategist economico e docente universitario che nel 2000 teorizza il mega ciclo ventennale di transizione che sta governado i mercati globali, prevedendo puntualmente i crolli dei mercati finanziari dovuti alle bolle Internet e Subprime, è quello di partire dalla valutazione dei mercati finanziari per cogliere spunti, riflessioni ed implicazioni che possono consentirci di interpretare il nostro ruolo della nostra vita economica.

Nella sua vita ha formulato delle analisi e creato dei modelli che gli permettono di analizzare lo scenario attuale e cogliere, così, dei “battiti di ali di farfalla” che poi diventano degli uragani e viceversa.

Uno dei suoi spunti che ama lanciare al proprio uditorio per la sua attinenza con la nostra vita quotidiana è una citazione di Gustave Flaubert:

“L´avvenire ci tormenta, il passato ci trattiene, il presente ci sfugge!”

Ed è quello che stiamo vivendo in questi anni dove l’inedito è il denominatore comune: reinventarsi come persona, come professionista, come imprenditore e reinventare il proprio modo di fare business, di fare azienda ha sempre più a che fare con l’inedito. Le stesse banche centrali ed i  nostri politici hanno a che fare con l’inedito. Diventa sempre più importante per tutti noi comprendere che c’è qualcosa che ci passa apparentemente sopra le nostre teste ma che nella realtà delle cose ci coinvolge direttamente.

Queste crisi finanziarie, queste turbolenze che noi abbiamo vissuto negli ultimi 15 anni, sostanzialmente hanno avuto impatti sempre più diretti sulle nostre scelte di business.

Wlademir, nella giornata del 17 maggio, vuole parlarvi di questo e, sulla base di ciò creare una metodologia comportamentale per stabilire un proprio modello di Risk Management che ci aiuti a prevenire ciò che ci appare imprevedibile. Il passato ci trattiene e ci crea problemi nel presente ma, soprattutto, non ci consente di vedere il futuro, con la limpidezza e la visibilità necessaria per capire il da farsi.

Per non lasciarci trarre in questa trappola è bene capire, avere una chiave di lettura della scena, anche se ci appare lontana e distante, perché probabilmente certe situazioni possono servirci a riorganizzare il nostro modello di business, le nostre scelte aziendali.

Possono servirci per capire se fare un investimento o rimandarlo o se anticiparlo. Per le aziende che vogliono sopravvivere, per esempio, si pone la sfida dell’andare all’estero; e se decidono di farlo scelgono nuovi mercati che ritengono attrattivi perché tutti ne parlano come se si trattasse quasi di un mito. Ma quel mito è realmente qualcosa di concreto o è anch’esso soggetto a  delle ciclicità?

Il modello di Risk Management di cui Wlademir vuole parlarvi ha a che fare con il nostro business, il nostro modo di fare azienda e, se volete di più, con la nostra sfera personale.

Pensate per le scelte personali a quello che è accaduto negli ultimi anni, determinate euforie ci hanno spinto a fare scelte economiche che magari, con il senno di poi, non avremmo mai voluto aver fatto.

Banalmente aprire un mutuo per acquistare una casa più grande e comoda. Per qualcuno la decisione può essersi rilevata una scelta poco felice perché magari non si era reso conto che il mondo stava nuovamente cambiando.

E questa ciclicità, questa fase tormentata della nostra vita, non italiana, globale è qualcosa che parte un po’ da lontano.

Di questo e di molti altri temi parleremo il 17 maggio a Udine con Wlademir Biasia nella “Luce fuori dal Tunnel: analisi delle vie di fuga in un mondo iper-veloce (qui trovi le ulteriori informazioni)