Piccoli o grandi cambiamenti che differenza c'è?

Ilaria Cernigoi - Coaching & Soluzioni

Eccomi qui! Questo è il mio primo articolo e quale argomento avrei potuto scegliere se non quello del cambiamento?

L’ultimo anno della mia vita è stato dominato da una costante necessità e desiderio di cambiare, crescere e migliorare me stessa; un percorso impegnativo ma gratificante, molto gratificante!

E, tra l’altro, è anche la necessità più diffusa tra le persone con cui lavoro in questo periodo, che pensano di trovarsi in una fase giù della loro esistenza. Hanno perfettamente chiaro tutto ciò che non vogliono più nella loro vita: vivere con quel grado di stress, dedicarsi ad un lavoro che non appassiona più, che non rende quanto dovrebbe, e così via...

Allora la mia domanda a quel punto sorge spontanea… ed hai già capito qual è, vero?

 

Ma com’é che vuoi che sia la tua vita? Cosa vuoi fare realmente?

 

E quando gliela pongo accade spesso che la persona si blocchi e non sappia cosa rispondere. Sembra quasi che la sua mente non sia in grado di elaborare concetti ed idee che vadano verso ciò a cui aspira e non via da ciò che non gradisce più.

Ed è, purtroppo, abbastanza normale; in fin dei conti siamo troppo spesso abituati a lamentarci di ciò che non va invece di  focalizzarci sulle cose positive e sulle potenzialità che abbiamo e questo causa, troppo spesso, la perdita di  molte occasioni che ci si parano davanti.

Quando poi aiuti la persona a sbloccarsi, scopri che di desideri ed obiettivi effettivamente ne ha molti, che ha idee abbastanza chiare di come vuole che sia la sua vita …spesso quello che non ha chiaro è il “come arrivarci”.

Capita che le persone ti dicano di averci già provato a cambiare … si, hai capito bene… PROVATO!!!   E che quando provi a fare qualcosa tipo… “Prova a toccarti il naso in questo momento mentre stai leggendo”…... HO DETTO  P R O V A!... Cosa accade? 

Oppure si sono poste degli obiettivi che alla fine si sono rivelati troppo ambiziosi e lontani da quello che erano e quindi si sono quasi subito scoraggiate.

Risultano essere troppo grandi i cambiamenti richiesti e la paura di non farcela si trasforma in ansia e viene naturale lasciare… abbandonare il progetto!

 

Perché il cambiamento ci spaventa? Dovremmo temere di più il fatto di continuare a fare la medesima cosa per tutta la vita, ogni volta uguale, immutata, specie se non ci piace, …o no?

Ho trovato questo breve filmato… divertente ed illuminante… ma, prima che tu lo guardi,  ti pongo una domanda: COME STAI CERCANDO DI FAR ALZARE LA ZAMPA AL TUO CAVALLO? 

 

 

“Il matto, per antonomasia, è chi ripete lo stesso gesto all’infinito aspettandosi un risultato diverso.”  Quanti matti ci sono in giro?

Ma tu non sei fra quelli, vero? Altrimenti non saresti interessato ad un sito che parla di crescita e cambiamento! 

Quindi… FAI QUALCOSA DI DIVERSO!!... CAMBIA CIO’ CHE FAI!

 

E qui torno al titolo dell’articolo “Piccoli o grandi cambiamenti: che differenza c’é?”

 

E se non ce ne fosse NESSUNA??  

Si, hai letto bene, in fin dei conti può non essercene alcuna!

Ma come dirai tu?

Semplice!... Pensa ad un piccolo cambiamento che ti piacerebbe fare… qualcosa di veramente piccolo che ti sembra molto facile. Può essere alzarsi la mattina 15 minuti prima… “Sì”, pensi, “15 minuti sono fattibili!” O può trattarsi di qualsiasi altra cosa che non stai già facendo ma che sei confidente di riuscire a gestire con facilità.

E poi pensa a qualcosa di più grande …magari vuoi diventare un professionista affermato in un dato settore, acquisendo tutte le capacità specifiche necessarie e così via.

Un bell’obiettivo sfidante e coinvolgente che, sicuramente,  richiede un cambiamento maggiormente impegnativo. Ma se non sei confidente al 100%, cosa accade? Puoi non riuscirci perché pensi che ti “costerà” troppa fatica!

 

Allora qual è  l’alternativa affinché questo non accada?

 

Prima di svelartela  voglio invitarti a vedere questo video che secondo me, e non solo, è il video motivazionale in assoluto più bello… merito soprattutto di una fantastica interpretazione di Al Pacino!

Fai attenzione alla strategia che utilizza… ti verrà utile dopo!

  

                

 

“Possiamo scalare le pareti dell’inferno un centimetro alla volta…. la vita è un gioco di centimetri…. ma i centimetri che ci servono sono dappertutto intorno a noi!”

 

Che cosa impariamo da questo fantastico video che non mi stanco mai di guardare? 

Quando l’impresa può sembrare superiore alle tue forze… concentrati semplicemente sul prossimo centimetro, e non sui metri che mancano! Percorri un centimetro alla volta, ed uno dopo l’altro, quei metri si annulleranno e sarai nella “end zone” pronto per realizzare il tuo “touchdown”!

Puoi applicare questa semplice ma straordinaria strategia anche al tuo quotidiano: quando hai un obiettivo sfidante, quando vuoi apportare un cambiamento sostanziale a qualche aspetto della tua vita, invece di lasciarti sopraffare dalla mole di impegno,  passa all’azione e fai semplicemente il primo passo… e dopo quello un altro ancora e così via.

Riducendo la dimensione  cambierà anche la tua percezione sulla fattibilità di quel cambiamento!

 

Ti ricordi di quei 15 minuti?… Fattibili vero? Ed allora utilizzali per qualcosa che ti fa avvicinare al tuo obiettivo… come dedicarli alla lettura per esempio…o all’attività fisica… o a qualsiasi altra cosa che tu ritieni importante per te!

Sono solo 15 minuti al giorno e possono sembrare pochi, ma se fai un calcolo sono:

  •   105    minuti alla settimana
  •   420    minuti al mese
  • 5040    minuti all’anno

che hai recuperato semplicemente e stai dedicando al raggiungimento di un tuo obiettivo… di un tuo SOGNO… e come mi ha detto qualcuno l’altro giorno…. MA QUANTO SONO BELLI I SOGNI?… A cui aggiungo... SPECIE SE SI REALIZZANO! 

 

 Per cui cosa ti invito a fare?

individua il tuo SOGNO!

definisci un tuo OBIETTIVO che ti permette di andare nella direzione del sogno!

fraziona i compiti necessari per raggiungere l’obiettivo in MICRO AZIONI facilmente realizzabili!

4° passa all’AZIONE e fai il primo passo! E dopo il primo, passa a quello successivo e continua ad andare avanti nella direzione da te desiderata!

 

Sai qual è uno dei segreti per raggiungere il proprio obiettivo?

Mantenere il giusto ritmo. Questo ti permette di avere maggiore energia e determinazione, perché il fatto stesso di compiere con successo le microazioni necessarie ti consentirà di accrescere la tua motivazione e la credenza di potercela fare. E la parola motivazione non è altro che una parola composta da “motivo” più “azione”… per cui hai una costante spinta ad agire seguendo la tua strada!

Sono certa che facendo questo potrai ottenere successi di cui essere orgoglioso e se vorrai condividerli con me ne sarò estremamente felice!

Per cui passa all’AZIONE, fai il primo passo e gli altri verranno da se!

Io sarò qui, pronta ad applaudire la realizzazione dei tuoi fantastici risultati!

Nessun commento
Lascia un commento
Nome
E-Mail (non verrà pubblicato)
Sito web
Informativa ai sensi D.LGS 30 giugno 2003 n. 196
Leggi l'informativa

Acconsento al trattamento dei dati personali

Inserire il cod. antispam: